TEATRON

Accademia Professionisti  Spettacolo

direzione artistica di Pino Insegno

direzione didattica di Vito Caporale

LE QUATTRO FORMULE DELL'ACCADEMIA

Teatron curriculare: 12 ore settimanali dal lunedì al mercoledì dalla 10:00 alle 14:00

 

Teatron performers: per adulti il mercoledì dalle 20:00 alle 22:00

 

Teatron junior: dai 12 ai 17 anni il giovedì dalle 16:00 alle 18:00

 

Teatron random: si può scegliere una qualsiasi lezione del "Teatron curriculare" venire in teatro 15 minuti dall'inizio della lezione e pagare la quota di 15 euro per 2 ore 

Per info sui corsi contattare il teatro all'orario specificato nel sito oppure contattando il direttore didattico VIto Caporale  al 338-1215911

OBBIETTIVO CINEMA LOGO.jpg

LABORATORIO DI RECITAZIONE CINEMATOGRAFICA FINALIZZATO ALLA REALIZZAZIONE DI UNO SHOWREEL E CORTOMETRAGGIO DI FINE CORSO. FONDENDO INSIEME I MIGLIORI METODI DI RECITAZIONE, DA STRASBERG A MEISNER, SI LAVORERA’ SU MONOLOGHI E DIALOGHI ANDANDO AD AFFRONTARE COSI‘: IL LAVORO SUL PERSONAGGIO (IL LINGUAGGIO DEL CORPO, LA PSICOLOGIA DEL PERSONAGGIO, EMOZIONI, ENERGIA ETC), ANALISI DEL TESTO, DIZIONE,  IL LAVORO NELLE INQUADRATURE (PRIMO PIANO, MEZZO BUSTO, FIGURA INTERA), LA CONTINUITA’ FISICA ED EMOTIVA E MOLTO ALTRO ANCORA.

PROGRAMMA GENERALE LABORATORIO

LAVORO SU SE STESSI

LAVORO SUL PERSONAGGIO

Riscaldamento: esercizi preparatori al lavoro sul personaggio come ad esempio liberare le articolazioni, preparazione muscolare, principi di Bioenergetica ed altro.

Principi di Biomeccanica: nello specifico comprendere cosa fa il nostro corpo ad esempio quando cammina, si siede o prende un oggetto etc.

Linguaggio del corpo: conoscere atteggiamenti fisici ad esempio: aperture, chiusure, appoggi, micro espressioni facciali (dal lavoro di Paul Heikman) etc.

Improvvisazione: lavoro sui principi base del metodo Meisner per la ricerca di spontaneità e processo creativo.

Voce e parole: riscaldamento vocale, emissione del suono (principi base del metodo Linklater), dizione. Analisi del testo, sotto testo e intenzioni, principi base della programmazione neuro linguistica (PNL) etc.

Lavoro nelle inquadrature: conoscere il tipo di inquadratura (primo piano, mezzo busto etc.) e cosa poter fare al suo interno.

La continuità fisica: legato al lavoro nelle inquadrature, è la conoscenza dei movimenti di una scena/sequenza in modo da poterli ripetere il più fedelmente possibile.

La continuità emotiva: legata al lavoro della scena intesa come inquadrature, nella stessa scena/sequenza si avranno più inquadrature e quindi mantenere appunto una continuità di un dato stato d’animo.

Il corpo del personaggio: riorganizzazione muscolare, ovvero “trasformare” il proprio corpo in funzione di un punto specifico chiamato “centro del corpo”, come si muove il personaggio, il suo linguaggio del corpo.

L’ energia del personaggio: basato sul modello di Michail Checov, conoscere le sei energie base e quale domina il personaggio.

Le emozioni del personaggio: quali sono le emozioni che dominano in generale il personaggio e nella specificità delle scene, basato sui principi del metodo Chubbuck.

La psicologia del personaggio: capire come si muove il pensiero del personaggio, le azioni e reazioni alle situazioni/scene, traendo i fondamentali da Strasberg/Stanislavski e non solo.

Il background del personaggio: ovvero la sua storia, da dove riusciamo a vedere il suo inizio fino al momento della scena/film, monologo etc.

Tutto questo guidato tramite dei punti specifici seguendo un’apposita scheda sviluppata per un più chiaro percorso di preparazione del personaggio.

1978349_563514237083798_1995257457938458

IL NOSTRO INSEGNANTE

 

Diego Placidi nasce a Roma il 19-8-1979, Regista e attore inizia il suo percorso artistico come musicista. In seguito studia regia cinematografica in diverse scuole. regia teatrale e recitazione con Alessandra De Pascalis (allieva di Gigi Proietti) continua il suo percorso studiando i diversi metodi di interpretazione. Vincitore nel 2011 “Miglior regia” al concorso “Il palco e i suoi linguaggi”. Dirige cortometraggi e la serie web “Nerdective” vincitrice al Roma Web Award: Best Editing / Best Support Actress e finalista a New York, Brooklyn, Miami e Rio.

In progettazione il suo primo lungometraggio